Da Visitare a Cerveteri

Il Turismo

Il grande patrimonio archeologico e storico della città testimonia la grandezza e la dinamicità del luogo.

Da vedere

Necropoli della Banditaccia
Si estende per circa 10 ettari, e comprende 400 sepolture, che risalgono al periodo tra l'VIII e il II secolo.
La necropoli dà l'impressione di essere immersi in una vera e propria città; vicoli, vegetazione e addirittura divisione in isolati. Ripercorrendo le strade troviamo le tombe, che sono strutturate come se fossero abitazioni.

La Tomba dei Rilievi è senza dubbio la più interessante; la camera funeraria è caratterizzata da rilievi in stucco che raffigurano oggetti di uso quotidiano e demoni.
La ricchezza delle necropoli della Banditaccia, è completata dalle zone funerarie di Sorbo, di Ripa Sant'Angelo e di Monte Abatone.

Castello Ruspoli
Fu costruito nel 1556 da Francesco Jacobilli, e nel 1583 Orazio Rucellai dide l'incarico all'architetto Ammannati di trasformarlo in una nobile residenza. I lavori si conclusero nel 1586. In seguito, il castello passò nelle mani dei Castani che lo tennero dal 1629 al 1776.
Nel 1776 il castello venne comprato dalla famiglia Ruspali, che ne ordinarono rifacimenti e modifiche.

Divenne un punto di riferimento per il borgo, nel quale venivano organizzate festa sfarzose, e nel 1818 la costruzione ospitò il Caffè Nuovo, luogo d'incontro dell'alta società.

Museo Nazionale Cerite
Situato nel castello della città, il Museo è stato inaugurato nel 1967, dopo che la Famiglia Ruspoli cedette il palazzo allo Stato.
L'edificio è su due piani, e al suo interno troviamo corredi e ornamenti funerari provenienti da scavi recenti, con urne, vasi in ceramica, materiale bronzeo e corazze maschili.